PUNTO SOAVE - 2016
Designed and developed by NOONIC

"guida michelin"

Montagna e ristoranti stellati: Valle d’Aosta

30 gennaio 2017

Stellati, legati alla tradizione, ad alta quota. Ecco i 5 locali valdostani premiati dalla Guida Michelin.

Ebbene sì, siamo nei giorni ritenuti per tradizione i più freddi dell’anno. Quindi cosa c’è di meglio che sedersi vicino al caminetto, in un’accogliente baita di montagna? Magari dopo una giornata sulle piste, con l’unico compito di lasciarsi coccolare da ottimi piatti della tradizione e da un servizio impeccabile? Noi ci faremo la firma!

E così abbiamo pensato di darvi qualche suggerimento perchè, sparsi qua e là nelle meravigliose località del nostro arco Alpino, ci sono tantissimi ristoranti stellati che meritano decisamente una tappa.

Partiamo dalla Valle d’Aosta, dove sono ben 5 le cucine più meritevoli.

 

VECCHIO RISTORO

Via Tourneuve, 4 – Aosta

Ristorante Vecchio RistoroCostruito attorno alla macina di un vecchio mulino, l’Antico Ristoro si trova nel centro cittadino di Aosta. Al suo interno, sarete accolti in un ambiente rustico ma decisamente elegante e studiato nei minimi dettagli. La cucina dello Chef Alfio Fascendini è moderna ma legata alla tradizione, i vini esaltano il territorio ma non solo. Oltre che quello alla carta, i menù proposti sono due, quello del Territorio e quello Degustazione.

Menu 35/80 – Carta 55/73

-> Piatti consigliati dalla Guida Michelin: Carbonara di mare. Branzino alle barbabietole rosse con curry e patate. Pesca caramellata ripiena all’amaretto e salsa ai lamponi.

 

PETIT ROYAL

Via Roma, 87 – Courmayeur (AO)

Petit Royal CourmayeurSituato in una delle località più famose della Valle d’Aosta, il ristorante Petit Royal si trova all’interno del Grand Hotel Royal & Golf. La cucina proposta dallo Chef Maura Gosio è contemporanea e permette agli ospiti di apprezzare i prodotti del territorio, rielaborati con maestria e sapienza. I menù degustazione sono da 4 (Tipico) o 5 portate (Royal), e si affiancano a quello dei vini e dei formaggi. Questi sono rigorosamente valdostani e scelti nei migliori alpeggi locali.

Menu 85/120 – Carta 67/120

-> Piatti consigliati dalla Guida Michelin: Raviolo vegetale, zucchine, brodo di trota, ricotta di pecora e sesamo nero. Piccione alla brace, foie gras, pesche e lavanda. Cremoso al limone, schiuma di ciliegie e gelato al karkadè.

LA CLUSAZ

SS27 del Gran San Bernardo km 12, 5 – frazione La Clusaz 1 – Gignod (AO)

locanda-la-clusazLo Chef Maurizio Grange promette piatti che ben si adattano alla storicità del luogo in cui vengono serviti. Le caratteristiche volte in pietra hanno dato storicamente riparo ai viandanti e ora creano un’atmosfera unica. I menù seguono l’alternarsi delle stagioni, valorizzando sempre il patrimonio gastronomico tradizionale valdostano. L’obiettivo del Clusaz è quello di conciliare un costante lavoro di ricerca e sperimentazione con la cucina locale, in un mix che difficilmente troverete altrove.

Menu 45/60 – Carta 41/81

-> Piatti consigliati dalla Guida Michelin: Tortelli di stracchino all’acqua di pomodoro ed erbette dell’orto. Pancia di maialino da latte laccata al miele alla vaniglia, caponata di melanzane. Frutta spadellata con gelato di passito e amaretti.

LE PETIT RESTAURANT

Rue Grand Paradis, 22 – Cogne (AO)

HB_petit_restaurant-1600x630Un luogo intimo, come si può immaginare dal nome. Solo quattro tavoli e un’atmosfera unica, calda, accogliente. Difficile non sentirsi a casa qui, impossibile non apprezzare un servizio minuzioso e un’attenzione ai propri clienti che li fa sentire coccolati. Lo Chef Maura Gosio propone piatti valdostani in grande stile, omaggio al territorio e alla cucina regionale. Piccola chicca: i formaggi affinati in casa.

La prenotazione è, ovviamente, obbligatoria.

Menu 75/90 – Carta 58/105

-> Piatti consigliati dalla Guida Michelin: Tatin di foie gras, mele nostrane e rosmarino. Filetto di manzetta cucinato nel sale grosso e fieno di Cogne. Morbidezza allo yogurt e ciliegie.

 

CAFE QUINSON

Piazza Principe Tomaso, 10 – Morgex

122564_ristorante-cafequinson

L’uso di ingredienti di prima scelta e sempre freschi caratterizza la cucina di Agostino Buillas. Pasta, pane, dolci e grissini sono preparati al momento e il menù varia settimanalmente, seguendo le stagioni. Per gli appassionati, variegata è la carta dei formaggi e la scelta dei vini decisamente saggia. L’ambiente che vi circonderà sarà quello tipicamente montano, con pareti interamente ricoperte di legno scuro e pietra a vista. In sala, sarete seguiti con premura da uno staff tutto al femminile.

Menu 65/110 – Carta 77/120

-> Piatti consigliati dalla Guida Michelin: riso carnaroli bio, asparagi selvatici, caviale di trota, toma di capra, timo. Anatra, mela renetta, ciliegie, santolina. Cremino al Blanc de Morgex, coulis di lamponi, crumble di pane di segale, gelato allo yogurt.

Salva

Salva




Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *