PUNTO SOAVE - 2016
Designed and developed by NOONIC

"guida michelin"

Aeroporti e stazioni ferroviarie. Le nuove mete della cucina stellata

6 gennaio 2017

Buone notizie per i viaggiatori appassionati di alta cucina. Ad attendervi ai terminal di aeroporti e stazioni ferroviarie, ci saranno sempre più ristoranti e locali gourmet.

E’ un dato di fatto. I luoghi del mangiare bene e della cucina gourmet non siano più identificabili solo ed esclusivamente con i ristoranti disseminati per le vie delle città più belle del mondo.  Pare, infatti, che da un paio d’anni a questa parte ci sia una nuova tendenza. Quella, cioè, di aprire ristoranti di alto livello in quelle che sono sempre state le sedi dei fast food e del cibo da asporto. Aeroporti e stazioni ferroviarie in primis.l_1392_aeroporto-torino-ristorante-la-credenza

L’avere poco tempo a disposizione per mangiare, quindi, non andrà più a braccetto con il cibo di bassa qualità. Niente più vassoi appiccicosi, tovagliette di carta e posate imbustate. Niente cibi precotti o percorsi obbligatori tra banchi frigo e cucine in stile mensa universitaria. Mangiare con classe si può. E senza necessariamente perdere l’aereo o dover vendere il proprio biglietto per riuscire a permettersi anche il caffè a fine pasto. Stellato, veloce e a buon prezzo. Queste sono le premesse dei nuovi locali di tendenza che si possono trovare negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie di tutto il mondo.

l_873_michelangelo-ristorante-linate

Michelangelo ristorante. Linate (MI)

La Francia può sicuramente essere considerata come apripista, grazie alla lungimiranza dell’ingegnere Patrick Ropert, fautore, tra le altre cose, del rilancio dell’Orient Express. Incaricato di gestire le più grandi stazioni francesi, Ropert è riuscito a coinvolgere nel suo progetto grandi chef stellati. E ora da Metz a Lione, passando per Parigi, i viaggiatori su rotaie possono ristorarsi, prima o dopo un lungo viaggio, con pietanze dai sapori ricercati e dagli ingredienti di prima qualità.

Se state organizzando il vostro prossimo viaggio, dunque, non lasciatevi sfuggire l’opportunità di sedere a uno dei tavoli di questi nuovissimi locali. Novità assoluta nel panorama italiano, è l’apertura di due ristoranti nella nuova ala dell’aeroporto di Fiumicino. attimi-heinz-beck-1300x867All’interno del terminal 3, troverete “Attimi by Heinz Beck” e “Assaggio Taste of Wine”. Il primo è un vero e proprio ristorante. La mano del tristellato Chef Beck si legge in qualsiasi dettaglio, dagli arredi ai piatti della tradizione romana rivisitati in modo creativo e gourmet. Il secondo locale, invece, fa parte del colosso Autogrill. Mantenendo il presupposto della cucina veloce, abbina piatti curati dallo Chef (anch’esso tristellato) Bowerman, ai migliori vini italiani. Non solo Roma. Anche l’aeroporto bergamasco Orio al Serio e quello di Linate offrono ottime occasioni al palato dei viaggiatori. Le proposte vanno dai menù a tempo (Michelangelo), ai piatti della tradizione italiana (ViCook Bistrot).

Per i giramondo, non può mancare una tappa veloce allo scalo londinese di Heatrow. Fosse anche solo per potersi vantare di aver pranzato in uno dei locali del ben noto Gordon Ramsay.Top ristoranti in aeroporto? Londra, Zurigo e Singapore Rimanendo in EU, il tour enogastronomico continua poi al Gaig Restaurant, dello chef stellato Charles Gaig, all’aeroporto El Prat di Barcellona. E poi Amsterdam, Parigi, Ginevra,Malaga, Stoccarda. Oltreoceano abbiamo, invece, l’Aeronuova dello Chef stellato Mark Ladner.  E, se siete grandi appassionati dell’Oriente, sappiate che all’aeroporto di Hong Kong, lo Chef Lai Wai-Hung prepara tra le più buone anatre all’arancia del mondo.

Se l’appetito vien viaggiando, non sarà difficile immaginare il grande successo di questi ristoranti o café.

Salva

Salva

Salva





Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *