PUNTO SOAVE - 2016
Designed and developed by NOONIC

Cucina

Intervista al blogger: Nicol – Col Cavolo

18 ottobre 2016

Come vi avevamo annunciato, vi presenteremo un po’ alla volta i bravissimi food blogger che collaborano con noi. Con la loro creatività e la voglia di sperimentare, valorizzano i prodotti Punto Soave in modi che, il più delle volte, lasciano anche noi senza parole!

E così eccoci al secondo appuntamento! Vogliamo iniziare questa settimana con Nicol, una ragazza giovane, super dinamica e molto golosa! In cucina ama sperimentare abbinamenti nuovi e sapori che vengono da lontano. Con queste premesse potete benissimo immaginare che le sue ricette non sono mai banali o scontate. Potevamo non collaborare con lei? Ovviamente no! E allora, in attesa di vedere che cosa si inventerà per i nostri piatti, ve la facciamo conoscere meglio. Seguitela attraverso i suoi social e sul suo blog Col Cavolo! Il sorriso è assicurato, l’acquolina in bocca anche! Parola di Punto Soave!

img_8164Chi è Nicol e cosa fa quando non cucina?

Ex ballerina (ed ex rugbysta), 26enne fotografa che però nel tempo non-libero si occupa di Web Communication. Quando può scegliere cosa fare, invece, si divide tra la cucina, la macchina fotografica e i tessuti aerei e se proprio le avanza del tempo va anche in palestra, fa running e viaggia, il più possibile. Ogni giorno si inventa una nuova attività o un nuovo corso da seguire, ma si rende conto che le giornate non durano 72 ore!

Quando è nato il tuo amore per il cibo e perchè?

Il mio amore per il cibo è nato con il Dolce Forno e  grazie alla mamma che mi ha insegnato a cucinare la crostata di fragole. Anche se si narra che già nel seggiolone mangiavo il Bagòss e a colazione sostituivo volentieri la tazza di latte&cereali con le Highlander al pepe nero abbinate alla crescenza.
Vado matta per i dolci, ma ultimamente apprezzo molto anche il cibo salato. Il cibo è sempre parte fondamentale della mia vita, per scoprire la cultura del posto, un po’ per necessità e non ridurmi a mangiare i soliti piatti monotoni, ma anche per sperimentare in cucina e conoscere nuovi ingredienti. Dalla sperimentazione ho sentito la necessità di mettere nero su bianco quello che faccio, anche per stimolare gli altri ad approcciarsi alla cucina in modo diverso.

Quanto conta la tradizione e quanto c’è della tua origine in quello che cucini?

Solitamente la tradizione è poco presente. In casa mia non sono mai stati preparati piatti tradizionali, non siamo quelli da “pranzo della domenica”, preferiamo uscire di casa per scoprire nuovi posti e nuovi piatti. I miei nonni hanno sempre cucinato i (pochi) piatti bresciani, ma io sto imparando ora a prepararli, a piccole dosi.
Preferisco lanciarmi in nuovi abbinamenti.

Per chi cucini solitamente?

Solitamente cucino per me e la mia famiglia, magari propinando piatti riscaldati dopo averli fotografati per il blog. Ma si sa, vivere con una food blogger implica anche questo!

Il tuo piatto forte?

La peperonata. Lo so, non è un grande piatto, ma la faccio davvero buona e la mia è imbattibile! Anzi, accetto sfidanti 😉 Tra i dolci, ovviamente c’è la crostata di fragole!

E il flop più grande?

Una torta di mele. Un disastro! Avevo trovato la ricetta in rete e mi ispirava davvero molto perchè la quantità di impasto era veramente minima rispetto alla frutta. Ho seguito la ricetta alla lettera ed è uscito una specie di budino crudo alle mele nonostante l’abbia cotto per tantissimo tempo. Davvero immangiabile!

Cosa non manca mai nella tua dispensa?

Il cioccolato fondente. Cascasse il mondo!

Perchè ti hanno colpito i nostri piatti? Cosa ti aspetti dal loro utilizzo?

Perchè sono diversi da quelli offerti sul mercato, fatti con cura e soprattutto personalizzabili. Mi aspetto che siano molto versatili, adatti ad ogni occasione e perfetti per stupire i miei ospiti!

L’abbinamento perfetto secondo Nicol è… ?

Porto rosso e fragoline di bosco!

Involtini raw con cremadi piselli

 

Inutile dirvi che anche Nicol è very social! Seguitela anche su

                                           

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *